Languages

Italiano

Gastronomia

I prodotti tipici

I prodotti tipici della Basilicata sone pasta, formaggi, carni di agnelli e capretto, olio d’oliva, vino e acqua minerale.

Aglianico del Vulture

Foto of Aglianico grapesIl Vulture è la culla del famoso vino rosso Aglianico del Vulture, ottenuto dai grappoli di Aglianico e certificato D.O.C. (Denominazione di origine controllata). L’Aglianico è uno tra i migliori vini italiani e costituisce per simile maniera di produzione e gusto il 'Barolo del Sud'. Aparte l'Aglianico del Vulture DOC ci sono anche altri vini senza il marchio DOC, come l'Aglinaico dolce un vino di dessert con un buon corpo e l'Aglianico di Filiano che viene coltivato a Filiano, un picolo paese a sud del Vulture. Il vino Aglianico del Vulture ha un colore rosso rubino granato; profumo fragrante e vinoso, con sentore di fragola e di lampone; di sapore asciutto, sapido, armonico. 11,5-13% di alcool. L’Aglianico viene considerato 'vecchio' dopo almeno 3 anni e di 'riserva' dopo almeno 5 anni di invecchiamento in barrique. Ottimo con carni ed arrosti. Il vitigno Aglianico è stato portato in Italia, con il nome di Hellenica, dai greci. I romani lo chiamarono Ellenico e lo usarono per migliorare la qualità del Falerno un vino molto amato dai poeti dell'epoca. Nel XV secolo sotto la dominazione degli Aragonesi è stato denominato Aglianico.

Coltivazione

L'Aglianico viene coltivato in un territorio che include diversi comuni: Rionero in Vulture, Barile, Rampolla, Ripacandida, Ginestra, Maschito, Forenza, Acerenza, Melfi, Atella, Venosa, Lavello, Palazzo San Gervasio, Banzi, Genzano di Lucania. Comuni Aglianico del Vulture

Produttori Aglianico del Vulture

A Barile

Allegretti, Consorzio Viticoltori Associati del Vulture, Elena Fucci, Giannattasio, Macarico, Paternoster, Tenuta del Portale Le Querce, Tenuta le Querce

A Rionero in Vulture

D'Angelo, Basilisco, Cantine del Notaio, Cantine di Palma, Cantina del Vulture, Eleano, Eubea, Martino, Napolitano, Terra dei Re

A Venosa

Cantine Re Manfredi, Cantina di Venosa, La Maddalena Viticoltori in Vulture, Cantine Madonna delle Grazie

In altri paesi

Vigneti del Vulture (Acerenza), Cantine dei Templari (Forenza), Carbone (Melfi), Michele Laluce (Ginestra), Casa Maschito (Maschito), Camerlengo (Rapolla)

 

Altri Vini: Malvasia, Moscato

La zona principale di produzione del Malvasia del Vulture sono i paesi Ripacandida e Ginestra. Il Malvasia ha un colore giallo paglierino brillante e un sapore delicato, armonioso e amabile per quale è molto adatto per il dolce e la macedonia di frutta. La bottiglia dovrà essere stappata al momento ad una temperatura fresca di 8-10 gradi e il vino è da consumare entro l'anno. Anche il Moscato del Vulture ha un colore giallo con un gusto sapore amabile ma si dimostra leggermente frizzante e accompagna egregiamente il dessert.

Altre prodotti tipici

Il pane è l’alimento per eccellenza, rigorosamente impastato con farina di grano duro, sale e lieviti naturali e cotto in forni a legna. La pasta, preparata con farina di grano duro, è lavorata a mano in diverse forme, lasciata essiccare per poche ore. Tipici sono i cavatelli, simili a gnocchi, incavati a un dito, a due, a tre o quattro, e conditi con fagioli o con sugo di pomodoro fresco e basilico con l’aggiunta di cacioricotta o con cime di rapa; famosi sono anche i fusilli o ferretti cosi chiamati perché lavorati con un ferro sottile per ottenerne maccheroni bucati. Le Lagagne, simili a tagliatelle ma più larghe e spesse, sono preparate con i ceci insaporiti con aglio, peperoncino o con cotica di maiale. Il peperoncino è usato quasi sempre, in estate si preferisce quello fresco, in inverno quello secco macinato. Molto particolari sono i lampascioni, cipolline selvatiche dal sapore amaro, e i peperoni secchi detti cruschc fritti in olio abbondante per renderli croccanti, che si accompagnano con uova strapazzate, oppure vengono usate per condire baccalà bollito. Famosi sono gli insaccati lucani: salsiccia e soppressata. La salsiccia: la carne di maiale viene tagliata a punta di coltello cioè sminuzzata col coltello, condita col sale, peperoncino in polvere e semi di finocchio selvatico, insaccata con cura e lasciata essiccare in locali con il camino sempre acceso per l’affumicatura. Per la soppressata si sceglie la carne più pregiata del maiale, con poco grasso, si aggiungono acini di pepe, si insacca e dopo l’asciugatura, si tiene sotto pressa per alcuni giorni per eliminare i vuoti di aria. I piatti tipici a base di carne sono gli arrosti di agnello e capretto, preparati alla brace. Con la carne di pecora si prepara il cutturiedd, un lessato fatto sul fuoco all’aperto, cucinato con verdure varie ed aromi. L’olio d’oliva è coltivato dai tempi della magna Grecia. E’ olio che si ricava dalla spremitura delle olive lucane di ottima qualità e da sempre alla base di ogni piatto. Le zone di maggiore produzione sono nel Vulture, nella Bassa Val d’Agri e nella bassa Collina Materna. La qualità di oliva più diffusa è la ogliarola, detta anche rapollese o nostrale. I dolci tipici sono quelli natalizi e pasquali:

  • I taralli ricoperti di glassa di zucchero
  • i calzoncelli ripieni di crema di ceci e castagne
  • le frittelle con zucchero e miele
  • le crostate con sanguinaccio (sangue di maiale, cacao, uva passa, spezie)
  • i biscotti con mandorle e vino cotto.

(A cura di Carmela Galasso)

Lu Muzz'c - Giornata Tipica del mietitore

  • Lu Cantariedd (Pane bagnato con vino e cipolla dolce)
  • La Luata'r Secch (Ciambotta)
  • Lu Prime Muzz'c (Pezzo di pecorino con pane e uovo sodo)
  • Lu 'Dinn (Pasta fatta in casa con sugo di salsiccia)
  • La Murenn'a (Frittata con ...)
  • La Calata 'r lu sole (Biscotto e 1 bicchiere di vino)

Acqua minerale

Grazie alla sua origine vulcanica l'area intorno al Monte Vulture è particolarmente ricca di acque minerali. Si trovano fontane pubbliche dove si possono riempire liberamente poche bottiglie d'acqua per uso personale. Alcune sorgenti a Monticchio Bagni e La Francesca (Rionero/Atella) sono una risorsa per le aziende come Monticchio Gaudianello e Fonti del Vulture che imbottigliano ed esportano l'acqua minerale in tutto il territorio italiano con marchi come Gaudianello, Leggera, Lilia.